La testata digitale dell'OMCeO Messina
 
Calogero Velluto, Francesco Aricò e Giulia Cafarella i vincitori del concorso Federspev dedicato a Cuzzocrea, Romeo e Ferlazzo

Calogero Velluto, Francesco Aricò e Giulia Cafarella i vincitori del concorso Federspev dedicato a Cuzzocrea, Romeo e Ferlazzo

Hits: 898

Aricò, Cafarella e Velluto

Calogero Velluto, Francesco Marcello Aricò e Giulia Cafarella sono i vincitori delle borse di studio istituite dalla FEDERSPeV (Federazione Sanitari Pensionati e vedove/i) di Messina, presieduta dal prof. Antonino Arcoraci, per ricordare tre illustri figure della nostra città: il prof. Diego Cuzzocrea, emerito rettore dell’ateneo; il dott. Nunzio Romeo, presidente per tanti anni dell’Ordine dei medici e odontoiatri; il prof. Aldo Ferlazzo, primario di pediatria. Tre giovani laureati che con le loro tesi in chirurgia, medicina e pediatria, si sono distinti vincendo ciascuno un assegno di 1500 euro come incentivo alla formazione post universitaria. Nell’aula magna del Rettorato la cerimonia di consegna, presentata dal giornalista Massimilano Cavaleri, alla quale hanno preso parte il magnifico rettore prof. Salvatore Cuzzocrea, figlio di Diego, che ha voluto sottolineare l’impegno dell’Università per ricordare tutti i docenti più importanti della nostra storia accademica e ha anticipato l’iniziativa del prossimo 27 maggio al Policlinico: saranno intitolati a 13 professori i padiglioni del nosocomio attualmente denominati con lettere dell’alfabeto, iniziativa plaudita dalla sala gremita di gente per la premiazione.

Dopo i saluti istituzionali del presidente dell’Ordine Giacomo Caudo, che ha ricordato i tre professori e in particolare il compianto Nunzio, con il quale ha condiviso tanti anni in seno al consiglio ordinistico, la presentazione dei dettagli del concorso da parte di Arcoraci che ha ricordato anche il prof. Filippo De Luca, scomparso di recente, che ha fatto parte della commissione del concorso.

Il rettore Cuzzocrea e il prof. Arcoraci

Poi la consegna delle targhe accompagnate dagli assegni: per la famiglia Cuzzocrea a dare il riconoscimento al dott. Velluto per la tesi “Studio clinico retrospettivo sui pazienti affetti da melanoma maligno con metastasi linfonodali” il nipote Diego Cuzzocrea, che porta il nome del nonno. Al dott. Aricò, assegnatario con il lavoro dal titolo “Determinazione dei criteri di affidabilità per l’elastPQ-Shearwave Elastography epatica” ha consegnato il dott. Dino Romeo, figlio di Nunzio; infine per la famigla Ferlazzo, la figlia, prof.ssa Adriana Ferlazzo che ha dato il premio alla dott.ssa Cafarella per “La diagnosi molecolare per l’allergia a pollini in età pediatrica nell’Europa meridionale”, sottolineando l’impegno sociale sempre profusso dal papà come da Cuzzocrea e Romeo nella loro attivitià professionale, invitando i giovani medici a fare lo stesso, a saper coniugare la mission della medicina con i risvolti sociali e culturali.

Cavaleri e il rettore Cuzzocrea

La manifestazione, patrocinata dall’ateneo, è stata arricchita da alcuni momenti di spettacolo con il pianista David Carfì e la cantante Emanuela Martella, accompagnata dal maestro Rosario Foti, artisti particolarmente apprezzati dal pubblico.