Ondansetron: aggiornamento sul rischio di difetti congeniti a seguito dell’esposizione nel primo trimestre di gravidanza

Hits: 47

 

L’AIFA ha  reso pubblica una nota su Ondansetron in cui si informa che sono stati recentemente pubblicati due nuovi studi epidemiologici condotti  negli Stati Uniti relativi all’uso di Ondansetron in gravidanza.

Sulla base dei dati clinici, si sospetta che Ondansetron possa provocare malformazioni orofacciali se somministrato durante il primo trimestre di  gravidanza, mentre le evidenze disponibili sulle malformazioni cardiache mostrano risultati contrastanti. Ondansetron non deve essere utilizzato  durante il primo trimestre di gravidanza. Le donne in età fertile devono prendere in considerazione l’utilizzo di misure contraccettive.

In conclusione, l’AIFA ricorda a tutti gli operatori sanitari l’importanza delle segnalazioni di sospettare  azione avversa al Responsabile di     Farmacovigilanza della Struttura di appartenenza dell’Operatore stesso oppure tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo: https://www.aifa.gov.it/web/guest/content/segnalazioni-reazioni-avverse o direttamente on-line all’indirizzo http://www.vigifarmaco.it

Per i dettagli scaricare All. n. 1 ONDANSETRON