La testata digitale dell'OMCeO Messina
 
ASP Messina, criticità nell’elaborazione degli arretrati

ASP Messina, criticità nell’elaborazione degli arretrati

Views: 766

La dott.ssa Daniela Costantino, direttore amministrativo dell’ASP Messina con funzioni di commissario, ha inviato all’Ordine dei Medici e a vari sindacati una comunicazione inerente le criticità degli emolumenti per il mese di ottobre, con particolare riferimento all’elaborazione degli arretrati. Riportiamo il testo originale:

“Nel corso dell’elaborazione del mese corrente, si è proceduto a porre in pagamento, come stabilito dal nuovo ACN di categoria, gli arretrati anno 2010/2015 per i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera Scelta.
Durante l’elaborazione, gli operatori addetti all’inserimento del quantum dovuto, hanno evidenziato che il calcolo degli arretrati dovuti ai predetti Medici, ha portato ad un appesantimento dei files di pagamento inviati a Sicilia Digitale; tale appesantimento, ha rallentato il sistema di elaborazione – anche perché la procedura di pagamento di arretrati coinvolge tutte le Aziende Sanitare Siciliane – motivo per il quale si attende ancora l’inoltro dei files rielaborati da parte della stessa Sicilia Digitale. Chiaramente tale problematica, evidenziata dal referente NAR, non riguarda solamente l’ASP di Messina, ma coinvolge a livello regionale tutte le Aziende Territoriali. A ciò si deve aggiungere che una volta ricevuti i files codificati, gli stessi dovranno essere trasmessi, per le verifiche di rito, stabilite dalla normativa vigente, all’Agenzia delle Entrate, che nei 5 giorni successivi provvedere a reinviare a questa Azienda il tutto, per potere procedere di conseguenza a quanto dalla stessa segnalato.
Per ciò che attiene gli stipendi dei Medici di C.A., P.T.E., Specialisti Ambulatoriali, Veterinari e Medicina dei Servizi, l’elaborazione ha avuto alcuni intoppi, poiché il sistema utilizzato ha presentato dei rallentamenti nelle elaborazioni, prontamente segnalato alla software house che ci collabora, motivo per il quale solamente nella giornata del 18.10, si è potuto procedere all’invio dei files per il controllo all’Agenzia delle Entrate.
Pertanto, il termine statuito per il pagamento degli stipendi, potrebbe soggiacere di conseguenza ad una variazione visto che si allungheranno i tempi di elaborazione che non sono più determinati dagli uffici competenti.
Si invitano pertanto le SS.LL. in indirizzo a dare ampia diffusione di quanto sopra segnalato a tutti gli appartenenti alle varie categorie.
Appare anche opportuno segnalare che nel corso del mese ultimo scorso, vi sono state problematiche connesse all’invio dei cedolini. L’ ufficio competente ha provveduto, come ogni mese ad effettuare l’invio telematico degli statini tramite il sistema informatico stipendiale GP4, che ha dato conferma dell’avvenuto invio degli stessi. Nonostante ciò, dalle varie segnalazioni ricevute, si è appreso che la trasmissione di tali atti non è andata a buon fine, per problematiche connesse alla software house che gestisce il sistema, prontamente allertata per risolvere la problematica. L’ufficio competente, tuttavia, ha provveduto a inviare singolarmente i cedolini stipendiali a tutti coloro che ne hanno fatto richiesta”.