La testata digitale dell'OMCeO Messina
 
Un elemento d’arredo e un invito a lottare contro l’ignoranza

Un elemento d’arredo e un invito a lottare contro l’ignoranza

Hits: 41

di Laura Simoncini

Collocata simbolicamente davanti al Palazzo della Cultura di viale Boccetta

Promuovere e rinnovare il territorio attraverso la cultura, incentivando la passione per la cultura. Grazie all’AMMI di Messina anche la città dello Stretto ha la sua prima panchina letteraria a forma di libro aperto volta a celebrare i grandi autori della letteratura. Un’iniziativa, quella della presidente AMMI Rosellina Zamblera Crisafulli, che si è concretizzata con il sostegno del direttivo dell’associazione ed è frutto della proficua collaborazione con il Comune. La panchina, collocata nello spazio antistante il Palacultura, è stata inaugurata alla presenza degli assessori alla Cultura Enzo Caruso, alla Pubblica istruzione Laura Tringali, all’Arredo urbano Massimiliano Minutoli e alle Politiche sociali Alessandra Calafiore.

“Si tratta – ha detto Caruso – di un momento significativo volto a dare identità non solo culturale ma anche turistica al Palazzo della Cultura che ospita la mostra permanente Vara e Giganti, la Galleria ” Gamm” ed è sede dell’Archivio Storico Nitto Scaglione e della Biblioteca Comunale Tommaso Cannizzaro”.

All’inaugurazione sono intervenuti il vescovo ausiliare Mons. Cesare Di Pietro, che ha espresso parole di plauso per l’iniziativa e ha sottolineato che il libro è un invito alla trasparenza, a mostrarci come siamo esortando i giovani a leggere di più e apprezzare il cartaceo, e alla dott.ssa Lina Silvestro Monea in rappresentanza dell’Ordine dei Medici. La panchina è decorata con i famosissimi versi “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, ultimo verso dell’Inferno di Dante, proprio peR rilanciare un messaggio di speranza, in occasione del 700 anniversario della morte del sommo poeta. Sulla panchina anche frasi di Umberto Eco, Marco Tullio Cicerone, Gianni Rodari, Virginia Woolf, Fabrizio Caramagna, mentre sul lato destro della panchina è stata disegnata l’Ammi visnaga, pianta medicinale che ha proprietà farmacologiche e curative. Alla cerimonia erano presenti la vice presidente dell’Ammi di Messina Cettina Parafioriti Inferrera, la segretaria Benedetta Morgana Bitto, la tesoriera Antonella Lo Giudice Gasparo e alcune socie. “Abbiamo voluto omaggiare la città con questo dono che rappresenta un progetto ricco di significato – ha detto la prof. Zamblera Crisafulli – che mira ad abbellire la città attraverso la cultura e soprattutto la lettura, fondamentale per la formazione umaaa, culturale e socio-economica. La cultura ha sottolineato è nemica dell’ignoranza, dell’arroganza e dell’ingiustizia e costituisce un forte esempio di riscatto sociale”. Proprio nell’estate del 2014, mentre la prof. Zamblera Crisafulli si trovava in un college a Londra con i suoi alunni, sono state realizzate e successivamente installate grazie alla National Literary Trust in collaborazione con Wild in Art 50 panchine a forma di libro aperto, decorate da illustratori professionisti e artisti locali, diventate poi famose come panchine letterarie dislocate in diversi quartieri londinesi. Da qui il desiderio di concretizzare l’iniziativa culturale anche a Messina che diventando realtà rappresenta un’occasione per godere di momenti di sosta o riflessione accomodati sulle parole di personaggi illustri, molti dei quali hanno fatto la storia.

(Fonte: Gazzetta del Sud)