La testata digitale dell'OMCeO Messina
 
La scuola di specializzazione di Messina protagonista al 75° meeting mondiale dell’American Academy of Forensic Sciences (AAFS)

La scuola di specializzazione di Messina protagonista al 75° meeting mondiale dell’American Academy of Forensic Sciences (AAFS)

Visits: 338

Anche la neonata Scuola di Specializzazione in Medicina Legale dell’Università degli Studi di Messina, diretta dal prof. Alessio Asmundo, ha partecipato al 75° meeting annuale dell’American Academy of Forensic Sciences (AAFS) – l’evento più importante al mondo per la medicina legale, le discipline scientifiche a questa collegate ove i maggiori esperti del settore: scienziati, ricercatori, investigatori dell’ FBI, CIA e InterPool, e professionisti forensi (medici legali, antropologi, genetisti, biologi, avvocati, ecc.) provenienti da ogni parte del mondo, si danno appuntamento – quest’anno di scena nella città di Orlando (Florida) dopo due edizioni da remoto per effetto della pandemia da Covid19.

Specializzandi e dottorandi, sotto la guida del tutor, prof.ssa Elvira Ventura Spagnolo (che da anni ormai è presente all’iniziativa presentando interessanti casi e lavori di ricerca prestigiosi valutati positivamente dal comitato scientifico congressuale e pubblicati sulle più importanti riviste del settore), sono stati protagonisti con tre presentazioni orali e due illustrazioni su poster trattando le attuali tematiche del Covid con particolare attenzione ai profili di responsabilità sanitaria nei casi di contagi da Sars-CoV-2 nelle popolazioni degli ospiti delle strutture residenziali e socioassistenziali, al Long Covid, ed ancora alla VITT (Trombosi Trombocitopenica associata a Vaccinazione) e al contributo della biologia molecolare nella definizione della trombosi sistemica causata da Sars-CoV-2. Per il topic della patologia forense i giovani medici in formazione specialistica hanno catturato l’attenzione della platea internazionale discutendo delle difficoltà diagnostiche nei casi di shock anafilattico da punture di imenotteri, sottolineando l’importanza di un approccio multidisciplinare. La comunicazione è stata incentrata sulla revisione della letteratura e presentazione di un caso di decesso conseguente a puntura di vespa. I segni autoptici erano scarsi ma gli ancillari approfondimenti con tecnica RAST per IgE specifiche per veleno di imenottero, l’analisi quantitativa di triptasi e troponine, la ricerca immunoistochimica di mast cellule nei tessuti dei principali visceri hanno consentito di ricondurre univocamente il decesso alla puntura di vespa.

Entusiasti dell’esperienza di confronto internazionale si dichiarano gli specializzandi che si apprestano ad intraprendere una professione molto suggestiva ma anche molto complessa come quella del medico legale fatta di duro lavoro spesso a constante supporto dell’Autorità Giudiziaria.

Prof.ssa Elvira Ventura Spagnolo

Dott.ri Giorgia Burrascano, Vincenzo cianci, Domenicantonio iannello, Elena Forzese, Cristina Mondello, Claudia Pitrone, Lorenzo Tornese, Elvira Ventura Spagnolo