Il 6 ottobre la XII Giornata del Nonno della FederSpev Messina. Al via il concorso di poesia e prosa

Hits: 250

Il prof. Antonino Arcoraci, presidente FederSpev Messina

Ogni anno, la prima domenica di ottobre, a Messina, si ripete la Giornata del Nonno, organizzata dalla FEDERSPeV Sez. di Messina collaborata da ABAL, AMMI, Assoc. MEDICI CATTOLICI, Assoc. UMANESIMO e SOLIDARIETÀ, Convegni di Cultura MARIA CRISTINA di SAVOIA, DAMMIANO AMALFI Agente generale ALLIANZ, FIDAPA ME, Fondazione BONINO-PULEJO, LIONS Club ME Host, LIONS Club ME Ionio, LIONS CLUB Milazzo, LIONS CLUB ME Colapesce, LIONS CLUB ME Thirrenium, ONLUS Fabrizio Ripa, UNICEF Sez. ME, UNIPEGASO Messina e UNIVERSITÀ della IIIª età Messina.

Giunta alla XII edizione, il 6 ottobre prossimo, nell’Auditorium del palazzo della cultura di viale Boccetta, Nonni e Nipoti saranno insieme a gioire e a sottolineare la forza dell’affetto che li lega, specie oggi, in questo mondo globalizzato in cui la presenza dei Nonni è sempre più necessaria, sentita come vicinanza fisica, voluta come supporto educativo e morale, spesso richiesta come sostegno economico.

La legge n. 159 del 31 luglio 2005 riconosce ufficialmente i nonni, angeli custodi e ha stabilito la festa il 2 ottobre Giornata dell’Angelo. Messina, per motivi pratici, con delibera di Giunta Municipale n. 883 del 30 settembre 2010, l’ha istituzionalizzata, la prima domenica di ottobre.

Tema della giornata sarà: I nonni le nostre radici e il concorso abbinato ad essa, ha per titolo: I nonni raccontano…favoleggiando. Lo spettacolo si articola in quattro “quadri” introdotti dai nonni, con protagonisti i nipoti, in costume, a rappresentare Mata e Grifone, il medio evo con Colapesce e il rinascimento, il romanticismo con il valzer del Gattopardo,  gli anni’50 con Grease.

Tra i nonni, ci saranno i residenti nelle case di accoglienza e tra i nipoti, gli studenti delle scuole elementari, medie inferiori e medie superiori della città.

Il concorso è riservato solo ai nonni e prevede un elaborato originale in prosa (non più di 1.400 parole) o in poesia, che racconta un episodio o coglie un momento di vita vissuta o fissa una emozione in cui sono protagonisti i nonni o i nipoti o gli uni e gli altri insieme. L’elaborato deve essere indirizzato per posta al Prof Antonino Arcoraci, viale della Libertà isol. 518. N. 251 Messina o mandato per e-mail a antonino.arcoraci@gmail.com o presentato direttamente e consegnato al portiere del palazzo non oltre il 31 agosto 2019. Una commissione giudicherà vincitore l’elaborato ritenuto più originale. Come premio sarà consegnata una targa ricordo e la motivazione sarà pubblicata su Noi Magazine.