La testata digitale dell'OMCeO Messina
 
Messina: Avvicendamento alla caserma “E. Ainis”

Messina: Avvicendamento alla caserma “E. Ainis”

Views: 62

di Angelo Petrungaro

Alla presenza del Comandante della Brigata Meccanizzata “Aosta” Gen. B. Maurizio Zaffuri, si è svolta a Messina, presso la caserma “Emilio Ainis”, sede del 24° Reggimento Artiglieria Terrestre” Peloritani”, la cerimonia dell’avvicendamento al comando tra il Col. Umberto Curti cedente e il parigrado Simone Scodellaro subentrante.
Presenti autorità civili, militari e religiose nonché rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma fra cui il Gen. B. Giuseppe Briguglio Presidente della Sezione UNUCI di Messina e il Gr.Uff.Dr. Angelo Petrungaro Presidente della Sezione provinciale dell’Associazione Nazionale della Sanità Militare Italiana.
Il Col. Curti nel discorso di saluto ha elogiato e ringraziato tutto il Personale per il lavoro fra cui l’Operazione “Strade Sicure” in Calabria.
Il Ten. Emilio Ainis, di cui la caserma del 24° Reggimento Artiglieria Terrestre “Peloritani “porta il nome, messinese, era un Ufficiale alle dipendenze del Cap. Masotto, Comandante delle cosiddette Batterie Siciliane accorse in Africa, durante il periodo coloniale, dopo la sconfitta dell’Amba Alagi del 7 Dicembre 1895. Ma nella conca di Adua, il 1 Marzo 1896, tutti i soldati italiani trovarono la morte ad opera delle truppe dell’Imperatore di Etiopia.
Per Ricordare e onorare questi Caduti esiste a Messina un monumento bronzeo, posto alla passeggiata a mare, denominato “Batteria Masotto, scultura inaugurata il 20 Settembre 1899 alla presenza del Duca d’Aosta.
Ancora oggi esiste in Etiopia una grande opera funeraria, a ricordo dei Caduti della battaglia di Adua, sul cui frontespizio spiccano le scritte in lingua italiana.