IRCCS Neurolesi-Piemonte: apre la cardiologia riabilitativa ambulatoriale

Hits: 1147

La Cardiologia del IRCCS Neurolesi-Ospedale Piemonte diretta dal dott. Gaetano Cannavà, moltiplica il suo impegno di risposta ai bisogni sanitari della Città aprendo la Cardiologia Riabilitativa ambulatoriale, gestita dai dottori Antonio Duca, Ronald Herberg, Salvina Quattrocchi, Francesco Speciale coordinati dal dott. Pietro Grioli.

La Cardiologia Riabilitativa si pone come completamento del percorso di cure per i pazienti con Scompenso Cardiaco, ma anche fulcro della prevenzione secondaria delle complicanze delle malattie cardiache (in primis la Cardiopatia Ischemica) e cardiopolmonari o nei pazienti sottoposti ad intervento Cardiochirurgico. Numerosi studi scientifici hanno dimostrato l’importanza e l’efficacia dei trattamenti di riabilitazione cardiologica, mettendo in evidenza la drastica riduzione della mortalità in pazienti cardiopatici. Nel rispetto delle linee guida sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari l’Ambulatorio di Cardiologia Riabilitativa predispone training di Riabilitazione su pazienti ad alto, medio e basso rischio cardiovascolare classificati secondo criteri definiti.

Il dott. Gaetano Cannavà, direttore di Cardiologia

La Cardiologia Riabilitativa del IRCCS Neurolesi-PO Piemonte rappresenta la sola struttura pubblica del territorio che possa vantare l’impiego di attrezzatura computerizzata per esecuzione di Test Cardiopolmonare con analisi spirometrica a riposo e valutazione durante sforzo del consumo di ossigeno e produzione di anidride carbonica respiro per respiro, dello stress metabolico e delle variazioni elettrocardiografiche. E’ possibile anche, con l’impiego di speciale letto-ergometro in dotazione all’ambulatorio, la contemporanea analisi Ecocardiografica.

Un team formato da, cardiologi, fisioterapisti, e infermieri dedicati, si occupa quindi di programmare per ogni paziente un piano terapeutico specifico a cui fa seguito un follow-up clinico-strumentale. Gli obiettivi sono: controllare i fattori di rischio cardiovascolare, favorire l’assunzione dei trattamenti farmacologici raccomandati e adottare stili di vita corretti a medio-lungo termine, per il recupero completo dell’autonomia.
I programmi di cardiologia riabilitativa comprendono: esercizi di ginnastica respiratoria e calistenica, esecuzione di test del cammino dei 6 minuti, resistance training, endurance training a carico costante.
Ogni 15 sedute i soggetti si sottopongono a rivalutazioni clinico-strumentale con ECG, test del cammino dei 6 minuti e test cardiopolmonare, cui si aggiunge alla fine del ciclo di training impostato ecocardiografia con strain e test forza. La riabilitazione mira ad assistere il cardiopatico, ma anche lo sportivo agonista e non, che voglia attivare un percorso di allenamento individuale.
Le attività fisioterapiche, che si rivolgono non solo ai cardiopatici come detto, ma anche a tutti gli sportivi agonisti e non che vogliano dedicarsi ad un programma di allenamento personalizzato, si svolgono con l’utilizzo di apparecchiature ergometriche e di sistemi di controllo all’avanguardia da un punto di vista tecnologico: cicloergometri, pedana mobile, letto ergometro, eco cardiografo, sono integrati in un sistema di analisi monitorato in continuo e gli allenamenti vengono gestiti in tutta sicurezza offrendo assistenza mirata e continua. L’accesso alla valutazione per l’inserimento nell’ambulatorio avviene con accesso diretto il lunedi, mercoledi e venerdi dalle 9 alle 13 presso l’ambulatorio dello scompenso con richesta del medico curante per visita cardiologica ed ecg.